ORDINI ONLINE

ITA

ENG

Cerca
Close this search box.

Ecco perché una parte della pasticceria può far a meno del lattosio

In circolazione ci sono ormai i regimi alimentari dei più disparati: quelli che promettono azioni detox, quelli che servono a raggiungere il peso forma, quelli che sono dovuti a ragioni etiche, mediche, o semplicemente, che fanno sentire meglio chi li applica al proprio specifico metabolismo.

In circolazione ci sono ormai i regimi alimentari dei più disparati: quelli che promettono azioni detox, quelli che servono a raggiungere il peso forma, quelli che sono dovuti a ragioni etiche, mediche, o semplicemente, che fanno sentire meglio chi li applica al proprio specifico metabolismo.

Di certo l’attenzione all’alimentazione oggi è più presente, il cliente vuole concedersi una golosità nel bel mezzo del proprio regime alimentare e non vuole avere troppi sensi di colpa nel farlo. Ma a oggi non ancora tutte le pasticcerie si sono attrezzate, perciò preparare qualche prodotto adatto a tutti, potrebbe aiutare a distinguersi dalla concorrenza e a fornire un servizio in più alla propria clientela. Oltre a questo fatto ce n’è uno fondamentale: Secondo la World Allergy Organization il 2,5 % della popolazione mondiale (quindi all’incirca 192 milioni di persone) soffre di una allergia o un’intolleranza alimentare.
In Italia l’Istat riporta dati secondo i quali attualmente quasi il 13% della popolazione soffre di una allergia: 3 milioni sarebbero gli allergici al glutine, 1,1 milioni al lattosio, 300 mila gli allergici al latte e oltre 300 mila persone sarebbero celiache.

Queste allergie sono più frequenti nei bambini. Per fortuna sempre più professionisti hanno percepito il vento di cambiamento e si sono attivati per creare linee di dolci che piacciano davvero a tutti, pur essendo liberi dal lattosio o liberi dal glutine.

Nella pasticceria una delle sostanze “incriminate” più semplici da eliminare senza compromettere il gusto tradizionale del dolce è proprio il lattosio, quello zucchero contenuto naturalmente nel latte, che sempre più persone fanno difficoltà a digerire.

Dunque perché non cominciare a sbizzarrirci in ricette che possono soddisfare il palato di tutti?

Andrea Bonati, pasticcere sia per passione sia per tradizione familiare, ha fatto di questi valori di “inclusività alimentare” uno dei suoi cavalli di battaglia e ha sperimentato con i prodotti Frascheri Senza Lattosio alcune prelibate ricette.

Nasce così il primo ricettario Libero della serie di ricettari Frascheri.


La linea Frascheri Senza Lattosio comprende la panna Arianna UHT 35% senza lattosio e il latte UHT Alta Digeribilità Parzialmente Scremato. Provali subito! Ti invieremo un campione per i tuoi test.

A presto!
Il Team Frascheri.

Contattaci subito!

Altri articoli dal nostro blog